Fondi negoziali, chi ha vinto la sfida tra big nel 2017

Fondi negoziali, chi ha vinto la sfida tra big nel 2017

Tempo di bilanci per i fondi negoziali: tra i big della categoria, quali si sono distinti per i loro rendimenti nel 2017?

Fondo gommaplastica bilanciato, Priamo bilanciato sviluppo e Alifond bilanciato: è questo il podio dei rendimenti 2017 delle linee dei fondi pensione negoziali con oltre un miliardo di euro in gestione, censiti nel database di Itinerari Previdenziali. I tre fondi si sono imposti su una pattuglia di 14 linee che, al 30 giugno scorso, potevano per l’appunto vantare tra 1,1 e 7,2 miliardi di euro di asset.
Entrando più nello specifico, il primatista assoluto del 2017 di questa speciale graduatoria è stato Fondo gommaplastica bilanciato (+4,44%) dedicato ai lavoratori dell’industria della gomma, cavi elettrici e materie plastiche, che ha preceduto altre due linee bilanciate: Priamo bilanciato (+4,34%), linea sottoscrivibile dagli autoferrotranvieri, e Alifond bilanciato (+3,77%), le cui adesioni sono aperte agli addetti all’industria alimentare.
Dietro al podio, seguono quattro linee con un rendimento annuale superiore ai tre punti percentuali. Si tratta, nello specifico, di Telemaco prudente green (+3,49%), bilanciato obbligazionario per i dipendenti delle aziende di telecomunicazioni, Fondenergia bilanciato (+3,49%), una linea bilanciata per gli addetti de settore energia (prevalentemente del gruppo Eni), Laborfonds bilanciato (+3,12%), una linea bilanciata per i lavoratori delle aziende del Trentino-Alto Adige, e Fonchim Stabilità (+3,1%), una linea bilanciata obbligazionaria dedicata ai lavoratori impiegati nell’industria chimica e farmaceutica.
Altre quattro linee con patrimoni over un miliardo possono poi vantare un rendimento 2017 al di sopra dei due punti percentuali. L’elenco comprende Fopen bilanciato obbligazionario (+2,7%), a cui possono aderire i lavoratori delle aziende del gruppo Enel, Fondoposte bilanciato (+2,58%), per i dipendenti di Poste italiane, Fonte bilanciato (+2,47%), per gli operatori del commercio, e Cometa linea reddito (+2,45%), per i lavoratori dell’industria metalmeccanica.
Da segnalare, infine, una curiosità: il rendimento medio nel 2017 di queste 14 linee (+2,66%) è risultato praticamente identico a quello medio registrato nel 2016 (+2,67%).

You must be logged in to post a comment Login