Covip: I Fondi pensione possono riunirsi in videoconferenza

Covip: I Fondi pensione possono riunirsi in videoconferenza

L’epidemia del Coronavirus  non lascia fuori i Fondi pensione e con tempestività la Covip ha fornito alcune indicazioni operative dando il via libera lo svolgimento delle riunioni degli organi di amministrazione e di controllo mediante mezzi di telecomunicazione, anche laddove le suddette modalità non sono previste nello statuto del fondo.  Le riunioni collegiali realizzate a distanza devono assicurare comunque l’effettiva partecipazione di tutti i componenti alla formazione della volontà collegiale dell’organo, la Covip è del parere di poter consentire a tutti fondi pensione negoziali e preesistenti di riunirsi mediante sistemi di collegamento in teleconferenza (sia video che audio). Considerate le particolari misure derivanti dall’applicazione delle citate disposizioni in materia di emergenza sanitaria, sono altresì superabili le previsioni statutarie che richiedono la necessaria compresenza del Presidente e del Segretario nella sede della riunione.  Sotto un profilo più generale, considerati i vantaggi che derivano dall’utilizzo dei mezzi di comunicazione a distanza, l’Autorità di Vigilanza  invita i fondi pensione, che non abbiano già introdotto nel proprio ordinamento le suddette previsioni, a valutarne l’introduzione alla prima occasione utile.  Inoltre le Associazioni di categoria hanno chiesto la possibilità, per i fondi pensione negoziali e preesistenti, di posticipare la convocazione dell’assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio relativo all’anno 2019. Al riguardo l’Assemblea  potraà essere convocata  per la suddetta approvazione entro la fine del mese di giugno 2020. Circa  il differimento del termine previsto per l’invio della Comunicazione periodica agli iscritti e per il deposito della Nota informativa in scadenza al prossimo 31 marzo,  anche in considerazione del rallentamento dei servizi di recapito e logistici, i suddetti adempimenti si potranno effettuare entro il 31 maggio 2020. Ove si intenda avvalersi di tale possibilità, si deve mettere un avviso sul sito. Da ultimo, si comunica che il termine per la presentazione delle osservazioni, commenti e proposte alle “Istruzioni di vigilanza in materia di trasparenza”,  è spostato dall’11 aprile al 15 maggio 2020.

You must be logged in to post a comment Login