La Commissione parlamentare di controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale è stata istituita con la legge n. 88/89 . E’ composta da nove senatori e nove deputati nominati in rappresentanza dei vari gruppi parlamentari. Presidente attuale è Alberto Bagnai, mentre fra i membri troviamo Annamaria Furlan ex segretaria generale della Cisl e Susanna Camusso, ex segretaria generale della CGIL La commissione esercita il controllo parlamentare sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale. Recentemente, la Commissione ha approvato due indagini conoscitive riguardanti gli investimenti finanziari di enti previdenziali e fondi pensione, e l’equilibrio e i risultati delle gestioni del settore previdenziale allargato¹.
  Mercoledì 10 gennaio 2024. La Commissione si è riunita per promuovere due indagini conoscitive.
La prima è un’Indagine conoscitiva «sugli investimenti finanziari e sulla composizione del patrimonio degli enti previdenziali e dei fondi pensione anche in relazione allo sviluppo del mercato finanziario e al contributo fornito alla crescita dell’economia reale».
La seconda un’altra indagine conoscitiva «sull’equilibrio e i risultati delle gestioni del settore previdenziale allargato, con particolare riguardo alla transizione demografica, all’evoluzione del mondo delle professioni, e alle tendenze del welfare integrativo».

  Sull’oggetto e sul programma di entrambe le indagini (vedi allegato A e Allegato B) è stata raggiunta l’intesa con le Presidenze di Camera e Senato, così al fine di poter dare l’avvio allo svolgimento delle indagini stesse risulta quindi è stata necessaria l’approvazione definitiva da parte della Commissione in sede plenaria. Pertanto la Commissione, con distinte votazioni, delibera lo svolgimento delle due indagini conoscitive nei termini illustrati dal presidente.