Come abbiamo già detto, l’’ISEE, ovvero l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, è un “certificato” del livello economico di un nucleo familiare al fine di poter accedere ai bonus previsti dalla legge per alcune categorie.

Esistono diverse tipologie di ISEE, ciascuna calcolata in base alle specifiche prestazioni richieste.
Chi compila in autonomia sul sito dell’INPS, dovrà indicare:

Componenti del nucleo familiare
Reddito di riferimento
Patrimonio mobiliare ed immobiliare al 31/12/dell’anno precedente
Targa di Autoveicoli e/o Imbarcazioni di proprietà alla data di presentazione
in caso Disabilità: Certificazione della disabilità ed eventuali spese pagate per il ricovero in strutture residenziali e/o per l’assistenza personale.

Oltre al problema se si devono indicare i Bot o CCT sull’Isee, c’è quello se il Fondo pensione, deve essere indicato in sede di compilazione dell’ISEE.
In questo caso dovranno essere segnalati dettagli circa la posizione maturata presso il fondo pensione in unico caso: quando l’iscritto, raggiunto il pensionamento, abbia optato per l’erogazione della rendita.

Non devono essere indicate le prestazioni erogate dai fondi pensione sotto forma di capitale.

Sul portale dell’Inps ci sono apposite guide per una corretta compilazione del proprio Isee, oppure ci si può rivolgere ai Patronati o ai Caf.